Come insegnanti, avete il dovere di essere moderni, ma anche di rimanere molto antichi

A cura della redazione Insegnante: Oggi i genitori sono molto cambiati, sembrano disorientati, non sanno come comportarsi con i loro figli anche se in apparenza li seguono tantissimo. Può esserci in questo una correlazione con ciò che osserviamo tutti i giorni, cioè…

Continua a leggere Come insegnanti, avete il dovere di essere moderni, ma anche di rimanere molto antichi

Dare spazio all’im-prevedibile

di Emilia de Rienzo La scuola così com'è oggi si propone e viene vissuta come la scuola del merito, in cui chi lavora, chi si impegna, chi sarà "diligente", sarà premiato. Bravi quindi quelli che seguono ciò che gli viene insegnato, chi…

Continua a leggere Dare spazio all’im-prevedibile

IL BISOGNO DI RELAZIONI “SUFFICIENTEMENTE BUONE”: Ascoltare, Accettare e tollerare (1)

di Rosa Armocida e Elvio Mattalia Poiché I bambini e gli adolescenti nel loro percorso scolastico hanno bisogno di relazioni “sufficientemente buone”, sono necessari insegnanti “sufficientemente buoni e competenti”, che padroneggino ciò che insegnano, ma che, soprattutto, sappiano realizzare un contesto affettivo-comunicativo-relazionale,…

Continua a leggere IL BISOGNO DI RELAZIONI “SUFFICIENTEMENTE BUONE”: Ascoltare, Accettare e tollerare (1)

Il tempo pieno oggi

di Rosa Armocida La richiesta del collegio docenti del circolo di Collegno di intervenire sul tema dell'insegnare/imparare a vivere include anche, e giustamente, l'approfondimento del funzionamento del “tempo pieno ” quale modello pedagogico e didattico (in questo circolo tutte le classi funzionano…

Continua a leggere Il tempo pieno oggi

La scuola dell’obbligo: un luogo dove imparare a vivere

Di Rosa Armocida “LA SCUOLA DELL’OBBLIGO: UN LUOGO DOVE INNANZITUTTO INSEGNARE/IMPARARE A VIVERE. IL TEMPO PIENO OGGI.” Il titolo di questo incontro ha suscitato in modo particolare il nostro interesse, poiché ci consente di riprendere alcuni concetti, per noi fondamentali, che abbiamo…

Continua a leggere La scuola dell’obbligo: un luogo dove imparare a vivere