“A vol d’uccello”. Domande Impertinenti a  Mirna Dell’Oggi

“A vol d’uccello”. Domande Impertinenti a Mirna Dell’Oggi

In occasione del 25 esimo Anniversario della Fondazione della Associazione ARSDiapason 1991-2016, la Redazione vuole consentire a ciascuno di conoscere ed interpellare direttamente i soggetti agenti e i fondatori del Progetto Salute Diapason e dell’Associazione, per delineare il lungo percorso che ha caratterizzato questi primi 25 anni di fondazione, direttamente dalla viva voce delle persone che hanno contribuito e sono nella storia di ARSDiapason.

Vi sollecitiamo altresì ad inviare a questa Redazione, delle personali testimonianze, ricordi, aneddoti, riflessioni sulla propria personale esperienza e partecipazione alla vita (anche sporadica, di striscio, frammentaria, momentanea…) ed alle iniziative dell’associazione 1991-2016. i Vostri ricordi fanno parte della storia e per noi “documentaristi” è importante percorrere il concatenarsi dei fatti.

Sorridere per educare. Per iniziare La Redazione ha intervistato “a vol d’uccello” la prima Volontaria che ha dato l’avvio a ciò che oggi abbiamo ereditato : “il progetto di questo sito” e che ci ha affiancati per assumere appieno la nuova gestione web.

Mirna Delloggi è la Volontaria Senior, che ha lanciato on line, l’APPELLO per la SALUTE e per la rete Cultura Solidarietà oltre i limiti dell’Handicap, avviando il social network sulla Legge104/99, e altre successive nel campo dei diritti e delle pari opportunità.

Le abbiamo rivolto poche semplici domande e abbiamo ottenuto la promessa della sua disponibilità a una futura intervista più esaustiva, quanto a rispondere direttamente ai lettori ARSDiapason

Domanda: sei contenta di lasciare il tuo posto on line?
Risposta: certo che si, c’è limite a tutto, quando ho iniziato bastava sapere poche cose per navigare on line, oggi siete veloci e con modi di comunicare sbrigativi, io non sono più in grado di assolvere una funzione on line, ci vuole professionalità e non solo il cuore nella causa (mission e azioni che si fanno) come era prima…. alla mia epoca, nel volontariato! oggi è tutto cambiato ! Sapete che cosa vuol dire questo? significa che sono vecchia e che giustamente e meritatamente devo andare in pensione! Quindi sono non solo contenta ma arcicontenta, perché da quel che vedo ArsDiapason.it , sta crescendo ed è propositiva, la redazione del sito si trova perciò in buone mani, e siete VOI ….(oltre il mio limite) ad iniziare e dare “voce” a una nuova ERA, a un prossimo ciclo che spero sia longevo quanto i nostri attuali e passati, 25 anni di Associazione! ovvero per dirla nei correnti termini del sentire quotidiano

…..via i vecchi, l’antico, i lenti, strada e onori ai giovani, al moderno, al presente… vecchi in pensione, giovani al lavoro !

Domanda: Ma dai Mirna non vederla così! piuttosto siamo una staffetta, tu ci passi il Timone della Redazione on line! Hai piuttosto un consiglio, delle indicazioni da darci, a noi nuovi e giovani, che non conosciamo il passato ?
Risposta : Se volete conoscere chi siamo, cosa abbiamo fatto, etc…. spulciate gli archivi del Centro di Documentazione della originaria RIVISTA Diapason 1989- 2006, una mission per la Salute il webmaster e la nuova Redazione del sito www.arsdiapason.it, ne avranno da leggere e valutare! per ricostruire ogni tappa di questi 25 anni di fondazione e riempire la nuova rubrica Documenti !! Aver chiara la storia… per iniziare una nuova storia. E, come avevo scritto in un editoriale di tanti anni fa miei cari…. UNA STORIA che continua e si RIPETE un inizio, un percorso, un traguardo!! la ciclicità della Vita. e posso dirvelo, dall’alto e dal peso dei miei over anta! altro che i 25 dell’associazione, o vostri!

Comunque, per la mia parte di storia, dopo la sospensione della pubblicazione cartacea della Rivista ho continuato a occuparmi delle public relation dell’associazione nel settore dell’handicap e con i giovani disabili che frequentavano il Centro Polivalente CulturaSolidarietà di Torino, ho imparato anche io l’uso del web ed ho potuto lanciare l’ Appello on line nel 1999…… che non si è mai interrotto! che trova sempre qualche testimoniata ri-attualizzazione verso e oltre quel 2000… che allora si auspicava in tanti persi per strada, e chissà credo che quel testo dell’appello, sarà ancora attivo ovvero attuale, anche nel futuro sempre urgente, a vedere come sta andando il mondo di oggi, direi sia questa una previsione! Sapete ragazzi, grazie a questo nuovo sito www.arsdiapason.it, l’Appello potrà continuare per ARSDiapason, perché i contenuti, le proposizioni, i contesti ed i significati che si indicavano e si perseguivano nella mission di allora , sono ancora oggi evidenze, esigenze e bisogni vivi, emergenti dalle realtà della intera società, sono traguardi urgenti ancora da raggiungere e non ancora punti fondamentali e istitutivi di una democratica e multiculturale società moderna, come dovrebbe esserlo-dal mio punto di vista- “una nazione, l’Italia, con 150 anni e più di STORIA” ! Questa è la sola indicazione che posso darvi, sì, un passaggio di Testimone, come nella corsa a staffetta, dal “Vecchio” (passato) al ” Giovane” (presente) …una testimonianza, una presenza, una mission… che continua …in pochi….in tanti… chissà, ma sempre con una stessa identità l’ARSDiapason CulturaSolidarietà oltre il limite …dell’Handicap!

Domanda: E’ un compito immane! troppo ideale! tipico della vostra generazione (scusa Mirna) ! nella complessità di oggi, anche del solo settore di cui ti sei occupata tu ” l’Handica perla legge 104/99, spiegami: chi, come e perché contrapposti interessi e situazioni ed enti, i vari scandali pubblici , potrebbero mai rispondere a quell’appello oggi ?
Risposta: Miei cari, siete voi che dovete fare questa analisi e trovare i modi e i perché della vostra mission 2016 e oltre! Io posso solo indicarvi quello che in allora è stato possibile, e lo trovate nella Documentazione, potete perciò rileggere in chiave odierna e trovare modi e strumenti attuali, per una efficace riproposizione della mission originaria… ad esempio voi state ereditando questo piccolo stralcio di storia, orbene, l’avrete pubblicato sul vostro bel sito, ma poi? che ne farete?:

Miei cari !, mi sembra proprio che si metta in evidenza davvero il gap generazionale che ci divide o meglio distingue. Vedete se siete d’accordo: noi agivamo di cuore, di intuizioni, di valori, di ideali, di sogni e ci siamo inventati improvvisati, strumenti e regole, abbiamo fatto crescere istituzioni che non c’erano. Voi di oggi, di cuore sì, ma agite di/per conoscenze, di intuizioni, di valutazioni, di interessi, di bisogni , di realtà sognate, e vi dovete professionalizzare nella gestione di strumenti vecchi quanto nella invenzione di nuovi strumenti, regole, valori !

Sicuramente il vostro ruolo generazionale è ben più difficile e complicato del nostro! per questo accetto di buon grado la mia vecchiaia e ruolo di pensionata. Perché ? perché l’ agire con “conoscenza scienza e coscienza” è già difficile a perseguirsi nel microcosmo individuale della singola Persona, figuriamoci quanto lo è, se lo si perseguisse, in una intera Istituzione! Agire Sociale e Governare con “conoscenza scienza e coscienza”? sarebbe mai possibile?” ai posteri l’ardua sentenza” !! Credetemi! voce di vecchia, era una utopia ieri e rimane utopia oggi, per la mia e per la vostra generazione: bella eredità che vi diamo, poveri giovani !?!

A me lasciate quel che sono stata e sono, semplicemente : una giovane del.. 68, con utopie ed ideali sociali di eguaglianza e pari opportunità, con valori di lealtà e di equità, con ideali personali di progresso e benessere. E con ciò vi ho dato la mia carta di identità, della generazione del rock, del Ché, del Big ! ma anche del post Hiroshima, del Vietnam, dell’Irak etc etc…..Passato, ricordi, …lasciamo stare. Vi Saluto, grazie per la vostra simpatia, curiosità ed accoglienza,

Scusa se ancora divago ma , proprio voi giovani di questa REDAZIONE, e i lettori del vostro arsdiapason.it che generazione rappresentate? che cosa cercate? o solo io senior,? mi piacerebbe fare una piccola indagine tra voi ! Potremmo , se volete, Incontrarci in un prossimo Convivial di confronto inter generazionale…… come sarà spero la Festa del 25° anniversario dell’Associazione ARSDiapason Centriniziativa cardclub CulturaSolidarietà 1991-2016 ! Ciao ! ad allora…

emilia

Emilia De Rienzo, Insegnante in pensione, scrittrice /drammaturga, tra i primi soci promotori l'associazione ARSDiapason , Testimonial diretta della sua storia, ha conseguito nella pluriennale esperienza work training la Qualificazione al metodoFullHelp master Psicopedagogia dell'Apprendimento Coordina gruppi di formazione e collettivi di lavoro, e riveste ruolo di Direttore di Redazione, del settore editoriale dell'Associazione. Dal venticinquesimo anno di fondazione di ARSDiapason, nel 2016 è entrata a far parte del Direttivo Nazionale del ProgettoSaluteDiapason Tutti in rete oltre i limiti dell'Handicap GHO edit SERVICE for LAV . con l'incarico di Presidente del CentriniziativaCulturaSolidarietà -sezione regionale PIEMONTE dell'ARSDiapasoncardclub2020

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.