Chi siamo

L’Associazione persegue per statuto obiettivi pluridisciplinari di ricerca, formazione, educazione e di utilità sociale nei settori prevalenti della Salute e dell’Ambiente.

Aperta a chiunque, è amministrata da un Consiglio Direttivo Nazionale e da Comitati spontanei che costituiscono le sezioni Regionali ARSDiapason.

Fulcro della vita sociale dell’associazione sono i CentrIniziativa Giovani, Genitori, Disabili, ComunicazioneCreatività, PoliProfessionali GAPP, EducationalGAIE, punti di aggregazione nei quali i soci organizzano eventi, opportunità conviviali di incontro e di dibattito culturale, programmi di educazione continua, opportunità di volontariato e stage formativi.

Il CD Nazionale amministra le attività dell’associazione e il Centro Studi e Ricerca per la Salute, il Benessere, lo Sviluppo Armonico dell’Individuo nell’Ambiente e nelle Comunità, nucleo fondativo dell’associazione originaria, e gestisce servizi per l’aiuto alla persona (Consultori Full Help® )

Pur nella più ampia autonomia delle aggregazioni spontanee dei partecipanti, i punti territoriali  hanno una propria autoregolamentazione programmatica con coordinamento nazionale, e ciò consente scambi e collaborazioni tra le differenti micro-realtà locali (rete-network) e la considerazione, nella progettualità delle differenti esigenze culturali, dei principi fondativi transculturali, pluridimensionali e comunitari dell’Associazione, che si rinnovano nel tourn-over dei soci.

La ragione sociale di associazione Culturale e di Promozione Sociale A.C.P.S. consente di garantire a tutti i soci la partecipazione e la fruibilità di attività e servizi ”a propria dimensione”, quanto la trasparenza della vita societaria, e il mantenimento della qualità innovativa dei servizi di aiuto e di cura, che il metodo arsdiapason® si propone ed assicura.

PER APPROFONDIRE

Assemblea Nazionale di ArsDiapason

ArsDiapason: passato presente futuro

Le ragioni di un inizio 

IL NOSTRO STATUTO

“ASSOCIAZIONE  CULTURALE E DI PROMOZIONE SOCIALE  A.RS. Diapason”

 

STATUTO SOCIALE

Art. l – DENOMINAZIONE

E’ costituita, con riferimento all’art. 18 della Costituzione Italiana, agli artt. 36, 37 e 38 del Codice Civile, al D.Lgs. n. 460/97, ed in particolare alla L.  n. 383/2000 e s.m.i. l’Associazione culturale e di promozione sociale denominata: ARSDiapason”.

Il Sodalizio dispone di un proprio logo distintivo ed esclusivo.

Art. 2-SEDE

L’Associazione ha sede legale in Torino cap. 10129 – Corso Galileo Ferraris 140 – ma potrà istituire sedi locali territoriali e sezioni regionali, nonché partecipare quale socio o aderente ad altre Associazioni o Enti aventi finalità e scopi similari. Il trasferimento della sede associativa nell’ambito dello stesso comune non comporta modifica statutaria.

Art. 3 -SCOPI ED OGGETTO SOCIALE

L’Associazione è apartitica ed aconfessionale; si prefigge di svolgere attività di utilità sociale a favore degli associati e di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà  e  dignità  degli  stessi,  senza  alcuna  limitazione  in  rapporto  alle  condizioni economiche o discriminazione di qualsiasi natura alla loro ammissione, ai sensi degli art.2 e 3 della Legge n.383 l 2000. Fondata come associazione scientifico-poliprofessionale nell’agosto del 1991, l’ARSDiapason ha per scopo la promozione, la formazione e la realizzazione di studi e ricerche nell’ambito della prevenzione e della promozione di una cultura rispettosa dell’individuo e del suo contesto di vita e relazioni .L’aggregazione spontanea di persone che caratterizza e costituisce la base associativa dell’ARSDiapason condivide  l’esigenza  di  raccogliere  e  sviluppare  i  risultati  dell’esperienza   pratica  e sperimenta le di azioni nei settori scientifico, culturale educativo, formativo ed assistenziale che hanno permesso nel tempo la validazione e l’applicazione del “metodo ssfpp®ctbGHOcardclubsystem ® messo a punto dal Fondatore – dr.ssa Germana De Leo – per   la  sua  piena   adozione   e   implementazione                        attraverso          l’effettiva   realizzazione   e concretizzazione sul  territorio  dei  CentrlniziativaPolivalentiCardCbCulturaSolidarietà®,  dei  ” GuestHouseOffice®”  e dei  Centri Polivalenti  FullHelp®”    quali  nuova  ed  innovativa  proposta  di  aggregazione, assistenza e solidarietà sociale.

In particolare, l’ARSDiapason intende collegare persone ed esperti nei vari campi culturali e disciplinari per creare un punto di riferimento e gestione operativa della concretizzazione delle idee ed esperienze che sono frutto dell’elaborazione collettiva del gruppo, ma anche proporre percorsi formativi, educativi, di sviluppo e crescita sociale che permettano il confronto transculturale, la pacifica convivenza , l’integrazione ed il rispetto della persona, del suo modo di essere e di realizzarsi.

Attraverso convenzioni ed accordi, con Enti pubblici, Istituzioni e Privati, lARSDiapason si propone inoltre di operare nell’ambito della formazione continua ed extrascolastica della persona con le professionalità che si occupano del benessere psico-fisico, di prevenzione ed educazione nei confronti dell’infanzia – adolescenza – famiglia e per quanto attiene iniziative di supporto educativo e sociale, di recupero riabilitativo ed assistenziale.

Per il raggiungimento degli scopi  sociali, l ‘Associazione potrà:

  • promuovere il confronto scientifico e culturale sulla ricerca sociale e delle scienze umane anche nell’ambito della formazione, maturati in altri Paesi;
  • proporre, sviluppare  e  realizzare  progetti  educativi  di  integrazione  assistenza solidarietà  sociale  e  di  prevenzione  nell’ambito  operativo  territoriale,  rivolti  in particolare alle problematiche tipiche dei bambini, adolescenti, giovani e famiglie, dei soggetti disagiati, in particolari difficoltà o stranieri, della terza età e della disabilità;

-impostare e gestire progetti di formazione continua, progetti educativi e di prevenzione rivolti in particolare alle problematiche della scuola, dell’educazione , della formazione dei  docenti   ,  dei   genitori,   della  didattica      in  generale,   della   comunicazione intergenerazionale;

  • condurre progetti educativi e di integrazione sociale, assistenza recupero e prevenzione, rivolti in particolare alle  problematiche  della  donna    e delle  pari  opportunità  nonché promuovere   il  confronto   e  lo  scambio  culturale ,  esperienziale,                            formativo                                                            tra professionisti   dei servizi   della  rete socio-educativa- sanitaria   sui terni  della gestione in rete e della qualità dei servizi al cittadino;
  • proporre e sviluppare la ricerca ,lo studio, l’applicazione, la diffusione del metodo ssfpp®ctbGHOcardclubsystem ® nell’’ambito della gestione in rete dei servizi alla persona , delle strutture educative e della cura educativa e psicologica;
  • organizzare e promuovere in generale la qualificazione  e  l’aggiornamento pluridisciplinare  dei suoi soci  e dei partecipanti;
  • pubblicare periodici  e  notiziari  anche  on  line  riguardanti  l’attività   associative, nonché curare  la  stampa,  la  riproduzione  e  la  pubblicazione  di  volumi,  testi  e circolari riconducibili all’attività che costituisce l’oggetto associativo, anche con mezzi multimediali  ed informatici;
  • organizzare e   svolgere   iniziative,   seminari,   eventi   di   formazione   ed occasioni aggregative tese alla sensibilizzazione ed alla didattica, verso le scienze sociali , le scienze umane, le arti musicali, teatrali , pittoriche  e di  espressione artistica compresa la pratica sp01tiva dilettantistica di promozione sociale;

-realizzare propri audiovisivi,  fotografie,  gadget  ,CD, DVD    ed ogni altro  materiale  e oggetto necessario  al perseguimento degli scopi sociali, curandone la distribuzione;

  • utilizzare siti Internet e strumenti multimediali affini comprese iniziative di FAD;
  • organizzare gite, viaggi, soggiorni e vacanze per i Soci, Iscritti, Associati o Partecipanti;
  • organizzare meeting, workshop, stage di formazione, convegni interdisciplinari a carattere anche nazionale ed internazionale;

-organizzare incontri, ritrovi, serate musicali, spettacoli , manifestazioni multimediali  e feste fra i Soci, Associati o Partecipanti;

-condurre   e   gestire   impianti   di   interesse   sociale   e   ricreativi,   compresa   la somministrazione di alimenti e bevande ai Soci, Iscritti, Associati o Partecipanti; organizzare   e   partecipare,   sotto   l’egida   delle   Federazioni  ed   Enti   Nazionali Esponenziali di riferimento, a campionati, tornei, corsi, stage, gare sportive ed iniziative per i Soci, Iscritti, Associati e Partecipanti. di “sport per tutti  e per ciascuno” nello spirito ed in onore e prosecuzione degli insegnamenti di vita del campione italiano ed olimpionico, Azzurro d’Italia, boxer sante De Leo (1910-1994).

In tal senso l’Associazione si impegnerà nella costruzione di rapporti di partenariato con Associazioni  Enti ed Istituzioni in ambito nazionale ed europeo , attraverso il network – costituitosi online nel 2000 con la denominazione  “movimento cultura solidarietà oltre i limiti deli ‘handicap”  e con le  scuole e direzioni didattiche ,  associazioni professionali , associazioni di genitori e di studenti, università, MIUR, Enti locali, ASL, ASO, Università, società scientifiche e associazioni , sia di Stati Membri della Comunità Europea che di Paesi extracomunitari.

Per il miglior perseguimento delle proprie finalità, l ‘Associazione potrà altresì gestire direttamente o dare in gerenza attività di somministrazione di alimenti e bevande o altre · attività commerciali connesse ed accessorie alla gestione diretta degli impianti, attrezzature e centri, compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura immobiliare, mobiliare e finanziaria necessarie od utili alla realizzazione degli degli scopi sociali, quali ad esempio l’acquisto di terreni e fabbricati da destinare ai CentrlniziativaPolivalentiCardCbCulturaSolidarietà®,  dei  ” GuestHouseOffice®” e dei Centri Polivalenti FullHelp®”  quanto alla pratica sportiva ed artistica e la stipula  di  mutui  per  l’acquisto,         realizzazione, completamento,  ristrutturazione  ed arredamento di immobili con la predetta destinazione o in deroga ai sensi dell’art. 32 della Legge n. 383/2000 indipendentemente dalla destinazione urbanistica .

In tal caso, preso atto dei disposti del D.Lgs. n. 460/97, della Legge n. 383/2000 e dell’art. 90 della Legge n. 289/2002, nei tempi tecnici e modalità di prassi, l’Associazione  potrà procedere alla  stesura di  un  atto  ricognitivo di avvenuta costituzione di  Associazione attraverso atto pubblico, al fine dell’iscrizione del Sodalizio nello specifico Registro delle Persone Giuridiche che, istituito presso la Regione Piemonte.

Art. 4 – SOCI

L ‘Associazione riconosce la qualità  di  Socio  a  tutti  coloro  che  partecipano  alla vita associativa, ne accettano lo Statuto Sociale portando con continuità il loro contributo associativo, culturale ed economico. Tutti i Soci hanno poteri e responsabilità sociali, che potranno essere meglio precisati in eventuale apposito regolamento, costituiscono le Assemblee Ordinarie e Straordinarie dell’Associazione e godono dell’elettorato attivo e passivo. Tutti i Soci, che abbiano raggiunto la maggiore età, esercitano il diritto di voto.

Ogni Socio può esercitare un solo voto

I Soci eleggono gli Organi Direttivi dell’Associazione, approvano e modificano Statuto e Regolamenti, approvano il rendiconto economico e finanziario annuale con esclusione di ogni limitazione in funzione della temporaneità della loro partecipazione alla vita del Sodalizio.

I Soci, in numero indeterminato, si suddividono in:

SOCI FONDATORI- Sono coloro che compaiono nell’atto costitutivo o che hanno attivato gruppi territoriali o formalizzato la loro iscrizione all’Associazione nel primo periodo storico di costituzione fissato dal Consiglio Direttivo nella sua prima riunione ordinaria.

SOCI ORDINARI – Sono i Soci che costituiscono l ‘Associazione, ne condividono le finalità e sono in regola con il versamento delle quote associative  annuali.  Possono essere persone fisiche, legali rappresentanti o delegati di Associazioni, Enti e Fondazioni aventi o no personalità giuridica.

SOCI JUNIORES – Sono i Soci che, al primo gennaio dell’anno in corso, non hanno compiuto i 18 anni.

SOCI ONORARI – l’Assemblea dei Soci può conferire la qualifica di Socio Onorario a persone particolarmente benemerite nei confronti della cultura , dell’arte, delle scienze nonché ad insignì personalità che, per posizione sociale o culturale, possano onorare ed elevare con la loro presenza il prestigio dell’Associazione stessa.

Tutti i Soci possono rinnovare ogni anno la loro iscrizione senza alcun vincolo e, all’atto, sono tenuti al pagamento della quota associativa nella misura e secondo le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo. La Quota Associativa è intrasmissibile e non rivalutabile.

Art. 5– PARTECIPANTI

Sono i soggetti di cui all’Art. 148, comma 3, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi. Essi prestano  la  loro  opera  per  la  realizzazione  di  iniziative  atte  al raggiungimento  dei f i n i istituzionali o utilizzano  le strutture ed i servizi del Sodalizio. Sono gli iscritti, gli associati ed i tesserati di altre Associazioni  che svolgono la medesima attività o perseguono gli stess fini istituzionali evidenziati nel presente Statuto e che, per Legge, Regolamento, Att0 Costitutivo o Statuto aderiscono o risultano essere affiliate ad una stessa Organizzazione locale o nazionale.

Art. 6 – PATRIMONIO

Il Patrimonio è costituito dalle quote associative,  dai contributi di Enti pubblici e privati, di Fondazioni, da lasciti, donazioni, atti di liberalità e dai proventi delle varie attività artistiche, culturali, didattiche  , ricreative,  e di servizio nonché dalle gestioni accessorie  delle attività organizzate  dall’Associazione stessa.

Art. 7- DISTRIBUZIONE DI UTILI

L ‘Associazione ha il divieto di distribuire,  anche in modo indiretto,  utili  o  avanzi  di gestione, nonché fondi,  riserve o capitali, salvo che la loro distribuzione o destinazione non siano imposte dalla legge.

L’eventuale avanzo  di  gestione  annuale  dovrà  essere  impiegato  per  la realizzazione  delle finalità istituzionali o di attività a queste ultime direttamente connesse.

Art. 8- DOMANDA DI AMMISSIONE

Per ottenere  l’ammissione all’Associazione occorre:

  1. presentare  domanda    alla    Segreteria    dell’Associazione    compilando    il    modulo predisposto  in ogni sua parte;
  2. accettare le norme del presente Statuto;
  3. versare la quota associativa

L’ammissione a Socio è subordinata all’accoglimento della domanda da parte del  Consiglio Direttivo, il cu i giudizio è insindacabile. Le domande di ammissione a Socio presentate da minorenni  dovranno   essere  controfirmate dall’esercente  la potestà   parentale.

Art. 9- DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

La qualifica di Socio, Iscritto, Associato o Partecipante dà diritto a frequentare i locali e gli impianti sociali  secondo  le modalità  stabilite  in apposito  Regolamento  del Centriniziativa GuestHouseOfficeARSDiapasoncardclubCulturaSolidarietà® dell’Associazione,  nonché  di usufruire dei vantaggi e dei servizi dell’’Associazione  e delle sue affiliate.

Essi hanno il dovere di difendere nell’ambito sociale ed  in quello  civile  in  particolare,  il buon nome dell’Associazione, la sua mission e di osservare le regole  dettate  dalle Federazioni ed Enti di Promozione  Sociale o Culturale a i quali l’Associazione aderisce o è affiliata.

Art. 10– DECADENZA DEI SOCI

I Soci cessano di appartenere all’Associazione:

  1. per dimissioni volontarie fatte pervenire in forma scritta alla Presidenza;
  2. per morosità nel pagamento delle quote sociali senza giustificato motivo;
  3. per radiazione, deliberata dal Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che commetta azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell’Associazione o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo a l buon andamento del Sodalizio.

A carico dei Soci possono essere adottati i provvedimenti di ammonizione e sospensione, valutata la gravità dei comportamenti tenuti e dopo aver contestato ali ‘Associato, per iscritto, i fatti che giustificano il provvedimento.

L’Associato ha diritto di presentare le proprie difese entro e non oltre il termine di cinque giorni dalla data di ricevimento delle contestazioni o, comunque, entro i termini previsti dalle normative vigenti.

Art.11-ANNO SOCIALE

L’anno sociale e l’esercizio finanziario decorrono dal1°gennaio al 31 dicembre.

Art. 12 – ORGANI

Gli Organi Sociali sono:

  1. l’Assemblea Generale dei Soci;
  2. il Consiglio Direttivo;
  3. il Presidente.

Art. 13 – ASSEMBLEA

L’Assemblea   Generale  dei  Soci  è   sovrana  ed  è   il  massimo  Organo  delibera dell’Associazione. Essa regola la vita associativa ed è convocata in sessioni ordinarie e straordinarie. L’assemblea è convocata almeno annualmente attraverso messaggio on line, su apposito sito riservato esclusivamente ai Soci.

Art.14- DIRITTI DI  PARTECIPAZIONE

Possono prendere parte alle Assemblee Ordinarie e Straordinarie dell’Associazione i soli Soci che siano in regola con il versamento della quota associativa. Ogni Socio ha diritto ad esercitare un solo voto. Ogni Socio può essere rappresentato con delega scritta da un altro associato il quale peraltro non potrà essere portatore di più di tre deleghe.

Art.15- COMPITI DELL’ASSEMBLA

L’Assemblea:

  1. delibera, nei  limiti dello  Statuto  Sociale, sull’indirizzo  generale dell’attività  e  la gestione  dell’Associazione;
  2. approva, annualmente, il rendiconto economico e finanziario secondo quanto disposto dalle leggi vigenti in materia;
  3. approva annualmente le previsioni  di programma e il bilancio di previsione   delle sezioni Territoriali dell’Associazione e dei punti territoriali cardclub ad esse collegata
  4. elegge il Consiglio Direttivo;
  5. delibera, in via straordinaria, sulle modifiche dello Statuto.

Art. 16- CONVOCAZIONE

La convocazione dell’Assemblea, oltre che dal Consiglio Direttivo, a seguito di propria deliberazione, potrà essere richiesta dalla metà più uno dei Soci, che potranno proporre l’ordine del giorno sul sito dell’Associazione.

In  tal caso la stessa dovrà  essere convocata entro trenta giorni dal  ricevimento della richiesta. La convocazione dell’Assemblea in sessione Ordinaria e Straordinaria avviene a mezzo avvisi affissi presso la Sede Sociale o di attività, oppure on line sul sito dell’Associazione con un preavviso minimo non inferiore a dieci giorni.

Il  rendiconto  dell’Associazione,   da  sottoporre  all’approvazione  dell’’Assemblea,  deve rimanere depositato presso la sede dell’Associazione nei quindici giorni che precedono l’Assemblea per la sua approvazione, a disposizione di tutti coloro che abbiano motivato interesse alla sua lettura.  Il rendiconto deve riprodurre in modo fedele e veritiero  la situazione economica, finanziaria  e patrimoniale dell’Associazione.

Art. 17- VALIDITA’ ASSEMBLEARE

L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti  .  L’Assemblea Straordinaria  è  validamente costituita in prima convocazione quando siano presenti almeno tre  quarti  degli  associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

In  seconda   convocazione,   l’Assemblea,  sia  Ordinaria  che  Straordinaria,   è  validamente costituita qualunque  sia il numero dei soci intervenuti e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei soci presenti.

Art.18MODIFICHE DI STATUTO

Le  eventuali   modifiche  del  presente  Statuto  potranno  essere  discusse  e  deliberate  solo dall’Assemblea Straordinaria  dei Soci e solo se poste all’ordine  del giorno.

Art. 19- CONSIGLIO DIRETTIVO E CARICHE SOCIALI

Il  Consiglio  Direttivo  è  composto  da  tre  a  sette  membri  e  nel  proprio  seno  elegge  il Presidente, il Vicepresidente e nomina, anche al di fuori dei suoi membri, il Segretario

Il numero dei consiglieri  può essere elevato , via via che si costituiscono sezioni Regionali , con l  consigliere quale rappresentante  per ogni regione.

Il Consiglio Direttivo dura in carica per un quadriennio, si riunisce periodicamente almeno quattro volte all’anno e straordinariamente quando lo ritenga opportuno  il Presidente.  I suoi… componenti sono rieleggibili.

Tutti gli incarichi sociali si intendono a titolo gratuito.

Il Consiglio  Direttivo  delibera  validamente  con  l’intervento della  metà  più  uno  dei  suoi componenti. A parità di voti prevale il voto del Presidente.

Nel caso in cui, per qualsiasi ragione, durante il corso  dell’esercizio, venissero  a  mancare uno o più Consiglieri, i rimanenti provvederanno alla convocazione  dell’Assemblea dei Soci per surrogare i mancanti; i nuovi  Consiglieri così nominati rimarranno in carica fino alla scadenza  del mandato dei Consiglieri sostituiti.

Il Consiglio Direttivo deve considerarsi  sciolto e non più in carica qualora, per dimissioni o per qualunque altra causa, venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti.

Art. 20- COMPITI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo esercita le seguenti funzioni ed attribuzioni:

  1. cura il raggiungimento dei fini per cui è stata costituita l’Associazione attraverso l’ordinaria amministrazione e, con l’esclusione dei compiti espressamente attribuiti all’Assemblea dal presente Statuto, la straordinaria  amministrazione;
  2. attua le deliberazioni dell’Assemblea;
  3. approva i regolamenti  che disciplinano il funzionamento dellAssociazione e dei suoi servizi, dei  settori e sezioni territoriali
  4. delibera sulle domande di ammissione dei nuovi Soci;
  5. predispone il rendiconto  economico  e finanziario da presentare all’Assemblea  riferendo sull’attività svolta e su quella in programma;
  6. f) predispone  e controlla  i  protocolli di rilevamento   previsti  dalla applicazione  e per la validazione del metodo  ssfpp®cjhGHOcardclubsystem ®forniti  dall’autore
  7. stabilisce le quote che i Soci debbono versare annualmente;
  8. designa i collaboratori preposti olle varie attività e può costituire qualora necessiti un Comitato scientifico didattico nominandone i componenti;
  9. convoca l’Assemblea Ordinaria e le eventuali Assemblee Straordinarie;
  10. delibera sui provvedimenti disciplinari a carico dei Soci.

Art. 21 -IL PRESIDENTE

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio e dispone del potere di firma sociale. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo e ne esegue le deliberazioni.

Il Presidente è responsabile del funzionamento dell’Associazione e degli atti amministrativi compiuti in nome e per conto dell’Associazione stessa, firma la corrispondenza che impegna il Sodalizio. Coordina lo svolgimento delle manifestazioni e dell’attività, per tale funzione può delegare/nominare un Socio anche al di fuori del Consiglio Direttivo

Nel caso di assenza e/o impedimento è sostituito nelle sue funzioni dal Vicepresidente.

Via  via che si aprono/costituiscono  Sezioni regionali  dell’Associazione, l’Assemblea può nominare  il Presidente della Sezione territoriale, con funzioni e poteri di firma e di rappresentanza delegati dal Presidente dell’Associazione ai sensi del regolamento interno. Art.  22-DURATA

La durata dell’Associazione è illimitata. L’Associazione non potrà essere sciolta se non in base a specifica deliberazione dell’Assemblea dei Soci.

Art.23-SETTORIESEZIONI

L’Associazione è articolata  in Settori di attività questi  hanno la funzione di valorizzare la specificità delle diverse  esigenze di aggregazione sociale dei soci, secondo progetti e linee dell’azione ricreativa, culturale, artistica, sociale  e scientifica  dell’associazione Ciascun socio può indicare all’atto dell’iscrizione il settore di aggregazione a cui intende afferire. La scelta è modificabile in ogni momento.

Si  da  otto  che  il  programma  minimo  di  base dell’Associazione, evidenziato sul sito del Sodalizio stesso prevede la organizzazione ed attività dei seguenti settori, già formalmente Istituiti:

  • Centriniziativa Giovan
  • Centriniziativa Genitori e Intergenerazionale
  • Centriniziativa Disabili
  • Centriniziativa Comunicazione Creatività ART
  • Centriniziativa Poliprofessionale Insegnanti Educatori GAIE
  • Centriniziativa Poliprofessionale transdisciplinare GAPP
  • Centriniziativa  Polivalente Consultori Full Help®  per l ‘aiuto educativo alla famiglia

–  Guest House Office  per  l’abilitazione alle autonomie di vita per Giovani,  per disabili, per anziani

-Centro Studi Transculturali per la Salute, il Benessere  , lo Sviluppo Armonico dell’Individuo nell’Ambiente

-Centro Training Professional Action per le professionalità in campo socio-educativo- sanitario.

Eventuali diversi o ulteriori Settori potranno essere attivati su proposta motivata di singoli soci o gruppi. La costituzione è vincola ta alla preventiva adesione di una soglia minima di associati, minimo 3, o al 5% degli iscritti a una specifica area territoriale. (urbana, provinciale, regionale) Il Comitato Esecutivo approva la proposta, se c’è la presenza del numero minimo di soci afferenti.

I Settori sono disciplinati  nel  rispetto  del  metodo  ssfpp®cjhGHOcardclubsystem ®” nonché da specifici  Regolamenti organici , con la supervisione del Comitato Scientifico che faranno parte integrante del presente Statuto.

Si potrà altresì , qualora sia opportuno, per meglio raggiungere gli scopi sociali, costituire delle Sezioni Regionali dell’Associazione, in luoghi diversi dalla propria sede legale, con un presidente delegato dal Presidente deli ‘Associazione , un Vicepresidente e un Segreta rio nominati dall’’Assemblea  tra  i soci  del   territorio regionale di referenza. Ogni Sezione regionale  è  obbligata  ad  applicare  ed  osservare  interamente  i  regolamenti  interni   adottati dall’Associazione e alla stesura del rendiconto di bilancio della Sezione Regionale stessa.

Il Presidente  delegato  della  Sezione  regionale,    è membro  di  diritto  del Consiglio  Divo dell’Associazione e in tale veste partecipa alle riunioni.

I Settori   e le Sezioni  ufficialmente  ratificate devono essere  obbligatoriamente indicate nel sito   dell’Associazione.

Art. 24- CLAUSOLA COMPROMISSORIA

Tutte le eventuali controversie insorgenti tra l’Associazione ed i soci medesimi saranno devolute ali ‘esclusiva competenza di un Collegio arbitrale, costituito secondo  le  regole previste dall’Ente Nazionale  di Promozione  Sociale di appartenenza.

Art. 26 – SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento  dell’Associazione è deliberato  dall’Assemblea Generale  dei Soci  convocata in seduta Straordinaria, con l’approvazione di almeno 3/4 dei Soci e, comunque, secondo le norme del Codice Civile. In caso di scioglimento il Patrimonio dell’Ente sarà  devoluto  ad altra Associazione con finalità analoga o a fine di pubblica utilità, sentita l’Agenzia istituita con D.P.C.M. del 26/09/2000 salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 27- NORMA DI RINVIO

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente  Statuto  si  applicano  le disposizioni dello Statuto e dei Regolamenti dell’Ente di Promozione Sociale a cui l’Associazione è affiliata ed in ogni caso le norme del Codice Civile.