CentrIniziativa  Genitori e Famiglia (5)

CentrIniziativa Genitori e Famiglia (5)

A cura della Redazione

Il primo nucleo del Centro Genitori è nato da esigenze interne ai protocolli di ricerca del Centro Studi ARSDiapason per la messa a punto del metodo terapeutico partecipato ssfpp – “Consultorio Full Help® Famiglia Handicap” nel 1996, a tale scopo i genitori dei bambini ed adolescenti seguiti dal Consultorio, sono stati invitati a creare essi stessi attività spontanee, riservate a loro stessi, secondo esigenze emergenti dai vari componenti del “gruppo genitori”. I gruppi assunsero subito funzioni di self help, e tra i genitori si espressero nuove attitudini, nuove attenzioni, nuove capacità a dialogare. Utili risorse per affrontare momenti di incertezza, difficoltà e bisogno di aiuto o di consolazione. Nel giro di un anno il Centro Genitori assunse una sua propria identità e collocazione, completando la funzione della “cintura terapeutica allargata” nei confronti dei giovani pazienti.

Al termine della sperimentazione regionale che aveva consentito le frequenze dei giovani e delle loro famiglie, a carico del servizio pubblico, per non interrompere i benefici ed efficacia della cura, alcuni genitori condividendo autonomamente la mission, fondarono la Associazione di Volontariato l’Ancora: “Abbiamo sperimentato sui nostri figli e su di noi un metodo di presa in carico globale, non solo assistenziale, ma anche sanitario, con un lavoro di rete che coinvolgeva non solo i servizi, ma la scuola, il lavoro, l’ambito parentale, amicale, e soprattutto permetteva alle famiglie di partecipare in modo attivo al progetto di vita per il loro figlio. Per questo nel 1998 ci siamo costituiti in associazione: per promuovere il riconoscimento delle esigenze di “cura”, oltre che di assistenza, dei giovani diversamente abili e il loro diritto ad essere inseriti in ogni ambito della vita sociale.”

Negli stessi anni venivano sperimentati, dal Centro Studi progetti di rete preventiva scuola-famiglia con un programma permanente “educare dialogando” per genitori di bambini 0-6 , svolto nelle scuole; nell’ambito di tali iniziative si formarono altri gruppi di genitori in tourn-over, che si incontravano per mettere a confronto esperienze sulla relazione genitori-figlio (dalla nascita all’età adolescenziale) e sulle emergenti problematiche intrafamiliari (rapporto coi nonni, rapporti di coppia, famiglia d’origine, famiglia adottiva/affidataria),

Aggregazioni spontanee e iniziative che si svolgono variamente nei punti territoriali , che pur su nuove ottiche  e punti di interesse, mantengono la tensione culturale ed operativa degli iniziali progetti scuola-famiglia-giovani , e rinnovano i programmi  annuali  dell’associazione,  e la mission  del Progetto Salute Diapason   che si esprime nell’Appello –Manifesto   Oltre i Limiti  dell’ Handicap 

emilia

Emilia De Rienzo, Insegnante in pensione, scrittrice /drammaturga, tra i primi soci promotori l'associazione ARSDiapason , Testimonial diretta della sua storia, ha conseguito nella pluriennale esperienza work training la Qualificazione al metodoFullHelp master Psicopedagogia dell'Apprendimento Coordina gruppi di formazione e collettivi di lavoro, e riveste ruolo di Direttore di Redazione, del settore editoriale dell'Associazione. Dal venticinquesimo anno di fondazione di ARSDiapason, nel 2016 è entrata a far parte del Direttivo Nazionale del ProgettoSaluteDiapason Tutti in rete oltre i limiti dell'Handicap GHO edit SERVICE for LAV . con l'incarico di Presidente del CentriniziativaCulturaSolidarietà -sezione regionale PIEMONTE dell'ARSDiapasoncardclub2020

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.